Trova Komet Partner
15 Aprile 2020

Il Dr Squeo illustra le criticità legate all’apertura della camera pulpare

Dr Squeo parla di apertura camera pulpare

Nel seguente video il Dr. Giuseppe Squeo di Bari, membro della Komet Academy, spiega le criticità legate all’apertura della camera pulpare.

Il kit LD 1250A del Dr. Giuseppe Squeo per l’apertura della cavità d’accesso endodontica contiene 5 frese ed un Opener OP10L19030 disposti, in sequenza di utilizzo, all’interno di un portastrumenti autoclavabile. Poiché l’apertura della camera pulpare rappresenta una criticità nella procedura endodontica, il Dr. Squeo ha scelto strumenti con caratteristiche specifiche, come la H269GK012, fresa multilama in carburo di tungsteno con testa non lavorante, ideale per eseguire, in totale sicurezza, la fase di ampliamento della cavità d’accesso rispettando il pavimento cavitario. La testa non tagliente, infatti, fa da guida durante il lavoro di asportazione e impedisce lo sfondamento del pavimento della camera. È importante mantenere intatta l’anatomia del pavimento camerale, perché sarà l’anatomia convessa del pavimento a guidare l’operatore nel lavoro di ricerca degli imbocchi. Questa fresa con punta liscia di sicurezza, denominata EndoGuard, rettifica le pareti cavitarie, lasciando una superficie liscia e regolare, a tutto vantaggio della futura otturazione con guttaperca. Si distingue da frese analoghe presenti nel mercato perché non presenta alcun gradino tra la testa liscia e le lame taglienti. In questo modo la fresa EndoGuard non produce mini-interferenze, che possono disturbare l’accesso degli strumenti all’apice e il successivo flusso della guttaperca. Esiste anche una versione EndoGuard a taglio tacchettato, la H269QGK, che è in grado di asportare con maggiore facilità la dentina calcificata, sempre più presente nei casi di endodonzia. Il diametro scelto dal Dr. Squeo è 012: la sua estremità sottile ne consente un utilizzo estremamente conservativo anche nelle camere pulpari di denti piccoli (incisivi inferiori o premolari) oppure nelle camere pulpari strette in quanto calcificate.

L’Opener  OP10L19030 risulta utile per l’eliminazione delle interferenze coronali.

Qui sotto è possibile scaricare il PDF della brochure completa degli strumenti Komet per Endodonzia e della brochure dell’EndoGuard.

Download Allegato ENDOGUARD_417863.pdf
Condividi la notizia

Lascia un commento



NEWSLETTER ISCRIVITI Ottieni il libro
Endo e Resto
Ottieni il libro
Taglio & Forma
Casi Clinici

Strumenti sonici, soluzioni innovative per l’operatività clinica: video integrale della relazione del Dr. Emanuele Ruga al Congresso 2021

Caso clinico del Dr. Andrea Pittaluga: sagomatura con precurvatura del Procodile Q

Strumenti sonici: video integrale della relazione del Dr. Emanuele Ruga al Congresso 2022 della Komet Academy

Caso clinico del Dr. Andrea Pittaluga: ritrattamento dell’elemento 4.7 a seguito di frattura

Casi clinici di Endodonzia del Dr. Alessandro Fava

Due webinar di endodonzia a cura del Dr. Fava

Case report del Dr. A.Fava: ritrattamento del 44 e sagomatura con Procodile

Webinar di endodonzia del Dr. Giuseppe Squeo

Il Dr. Giovanni Marzari spiega come rimuovere un perno in fibra con una punta sonica SF68

Caso clinico del Dr. Fava: ritrattamento endodontico per via ortograda

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Alessandro Fava su un caso clinico complesso di endodonzia

Komet Academy Digital Pills, pillole per gli odontoiatri #restatiacasa

Caso clinico del Dr. Niels Niemann di Monaco, pubblicato su Endodontie Journal

Caso clinico del Dr.Squeo: ritrattamento ortogrado con files Endo ReStart

Ritrattamenti endodontici: rimuovere guttaperca associata a carrier in plastica

Case report del Dr. A.Fava: ritrattamento e ricostruzione preprotesica utilizzando perni

Caso clinico di Endo & Resto del Dr.Alessandro Fava

Caso Clinico del Dr.Giuseppe Squeo su pulpite irreversibile di un primo molare inferiore

Caso clinico del Dr.Alessandro Fava su trattamento endodontico

Caso clinico del Dr.Alessandro Fava sulla rimozione di un file danneggiato e sul successivo trattamento endodontico