Trova Komet Partner
28 Maggio 2021

Disponibile la seconda edizione del libro di successo “TAGLIO & FORMA”

libro Taglio e Forma by Edra

TAGLIO & FORMA

Uso ragionato delle frese e degli inserti sonici nell’odontoiatria quotidiana
Volume scientifico edito da Edra

In questo articolo cerchiamo di capire i motivi del successo del libro TAGLIO & FORMA stampato in oltre 8500 copie: basta vedere sui social le foto degli odontoiatri che lo hanno apprezzato, tramite #TaglioeForma.

Questa pubblicazione, arricchita di nuovi casi clinici nella seconda edizione di 400 pagine, fornisce contenuti e procedure cliniche legate all’utilizzo degli strumenti rotanti ed oscillanti in campo odontostomatologico.

Attraverso l’esposizione di casi clinici significativi vengono spiegate, passo dopo passo, le metodiche che evidenziano tutte le fasi del trattamento e i relativi strumenti impiegati.

Molti odontoiatri desiderano infatti capire quali sono gli strumenti migliori per curare i propri pazienti, spesso alla ricerca di cure sempre meno invasive e più rispettose dei tessuti del cavo orale.

Con la pubblicazione di questo volume, che raccoglie le esperienze sapienti di diciotto fra i più rinomati specialisti nei diversi ambiti odontoiatrici, la Komet Academy ha raggiunto un grande traguardo nel proprio percorso virtuoso composto da scienza, medicina e capitale umano.

Scarica qui sotto il PDF che contiene la presentazione del libro e scopri l’indice degli argomenti trattati.

Un ringraziamento particolare al Prof. Massimo Gagliani, che ha curato la struttura del libro, e a tutti i prestigiosi autori:

  • Mario Allegri
  • Salvatore Batia
  • Andrea Borgonovo
  • Cristian Coraini
  • Claudio de Vito
  • Alessandro Fava
  • Alberto Libero
  • Giovanni Marzari
  • Guido Pasquantonio
  • Andrea Polesel
  • Sandro Pradella
  • Emanuele Ruga
  • Fabio Scutellà
  • Mario Semenza
  • Angelo Sonaglia
  • Giuseppe Squeo
  • Luca Tacchini
  • Marco Veneziani.

Richiedi libro TAGLIO & FORMA, cliccando qui e compilando l’apposito form

Libro dei casi clinici

Uso ragionato delle frese e degli inserti sonici nell’odontoiatria quotidiana

Le frese e gli inserti sonici rappresentano due facce della stessa medaglia per un’operatività odontoiatrica d’avanguardia. L’impiego delle frese rappresenta un elemento essenziale dell’odontoiatria: quante volte, durante le normali operatività cliniche, è necessario tagliare, rimuovere, eliminare tessuti divenuti patologici, frammenti di denti non più funzionali alla masticazione e quant’altro sia presente nel cavo orale all’interno delle arcate dentarie e dei tessuti di sostegno.

Lo spirito artigianale – che da sempre ha animato i veri appassionati della clinica odontostomatologica – ha ispirato la costruzione di frese dalle forme e dalle fogge sempre più sofisticate; la ricerca ha fornito indicazioni sulla tipologia di frese da impiegare in qualunque frangente clinico; la pratica degli odontoiatri ha indotto, non di rado, la costruzione di frese o strumenti azionati da frequenze soniche o ultrasoniche, anch’essi dotati di potere tagliente, idonei per impieghi clinici altrimenti non affrontabili con le normali frese a disposizione.

Si è aperto quindi un ventaglio di opportunità che, non di rado, disorienta il clinico e fa perdere di vista allo stesso i reali valori che ogni tipologia di fresa porta con sé, in ragione delle caratteristiche intrinseche da essa fornite. La necessità di dare un “legame” clinico e un’informazione dettagliata su quelle che possono essere le opportunità che ogni fresa offre, se inserita in modo appropriato nella sequenza operativa pertinente, ha spinto Komet a creare dapprima un’Academy, il cui organo di divulgazione è questo blog scientifico kometacademy.it, e successivamente il volume TAGLIO e FORMA edito da Edra, con l’intento di informare il mondo odontoiatrico su un tema spesso trascurato, ovvero quello della corretta scelta della fresa da impiegare nei vari frangenti operativi.

Le forme, i materiali e le modalità di fabbricazione di questi strumenti si sono evoluti negli anni, con il duplice intento di fornire un taglio specifico e controllabile da un lato, dall’altro di lasciare un tessuto, sia esso dentale o osseo, perfettamente deterso e privo di detriti dannosi per tutti i processi successivi. Aspetti decisivi nella conservativa e nella protesi, per le superfici che devono andare incontro a un trattamento adesivo, ove la dentina e lo smalto debbono presentare un livello di levigatezza superficiale assai definito per poter ottenere il meglio con le procedure di tipo adesivo.

Lo stesso si può affermare per i margini cervicali, per i margini di finitura protesici, ove la precisione degli stessi si traduce in leggibilità delle impronte, siano esse digitali o analogiche.
In questi ambiti l’impiego degli inserti sonici, peculiarità che Komet ha sviluppato negli anni con lungimiranza, permette di rimarcare questi contorni con una precisione e una riproducibilità altrimenti non consentiti con qualsivoglia tipo di fresa.

Lo stesso si potrebbe affermare per la chirurgia, anch’essa affrontabile con queste due tipologie di strumenti, oppure la parodontologia, che beneficia di questi trattamenti sia per il comparto osseo, nella chirurgia resettiva, sia per il comparto radicolare, onde levigare le superfici radicolari in modo idoneo per essere nuovamente “rivestite” da un tessuto che impedisca la progressione della patologia.

Un discorso a parte meriterebbe l’endodonzia dove lo strumentario Komet risulta essere l’esito di un’attenta e meditata scelta; la dimensione degli strumenti, la conicità compatibile con l’anatomia dentale, ad essa adattabile nei modi più consoni, sono associate all’impiego di leghe nichel-titanio lavorate con tecniche di micro-molaggio che conferiscono taglio e memoria di forma tali da essere efficaci nel taglio dei tessuti patologici, ma rispettosi dei limiti apicali e delle curvature che rappresentano la normalità nella morfologia complessa dei canali radicolari.

In sintesi, il volume Taglio e Forma spazia su quasi tutte le branche dell’odontostomatologia, ove l’impiego di strumenti rotanti o di inserti sonici assolve il compito di rimuovere quanto è patologico o non funzionale alla soluzione del problema clinico, al fine di offrire gli elementi migliori per guarire, nel modo più adeguato, le patologie su cui si è intervenuti.

  • Taglio e Forma 2a edizione

Condividi la notizia

Lascia un commento



NEWSLETTER ISCRIVITI Ottieni il libro
Taglio & Forma
Casi Clinici

La preparazione “VertiSonic” del Dr. Attilio Bedendo per ridurre le criticità legate alla preparazione verticale

Casi clinici di Endodonzia del Dr. Alessandro Fava

Video del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione orizzontale con chamfer e sulle preparazioni in protesi fissa

Due webinar di endodonzia a cura del Dr. Fava

Caso clinico del Dr. Ruga: utilizzo delle punte soniche MICRO-SAW SF100-SFS101 nelle comuni manovre di estrazione dentaria

Caso clinico del Dr. Menini: conservativa diretta e indiretta, protesi fissa per la riabilitazione del 1°quadrante

Caso clinico del Dr. Ricucci: ricostruzione di un molare fortemente compromesso

Caso clinico del Dr. Ricucci per risolvere un diastema: l’utilità delle punte soniche e reciprocanti

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione verticale con lime DF1

Case report del Dr. A.Fava: ritrattamento del 44 e sagomatura con Procodile

Caso clinico del Dr. Giovanni Sammarco: la tecnica restaurativa “slot orizzontale”

Caso clinico del Dr. Mario Semenza: procedura clinica di monconizzazione

Caso clinico del Dr. Mauro Libertucci: trattamento di una lesione cariosa della parete distale di un premolare superiore

Webinar di endodonzia del Dr. Giuseppe Squeo

La riabilitazione di un elemento con un intarsio in disilicato

Il Dr. Giovanni Marzari spiega come rimuovere un perno in fibra con una punta sonica SF68

Il Dr. Stefano Lombardo illustra il protocollo clinico denominato B.O.P.T.

Il Dr. Fabio Scutellà mostra passo dopo passo il Simplified Prosthetic Protocol

Il Dr Mario Semenza mostra come realizzare una preparazione protesica per onlay adesivi

Caso clinico del Dr. Fava: ritrattamento endodontico per via ortograda