Trova Komet Partner
16 Agosto 2017

CeraFusion EVO, l’unico modo di lucidare l’ossido di zirconio per compenetrazione

Lucidare i denti monolitici in zirconio è importante non solo per motivi estetici, quanto funzionali, al fine di non abradere anzitempo l’antagonista e quindi per non produrre gravi disfunzioni gnatologiche.

La soluzione classica della glasura non è adatta da vari punti di vista, in quanto lo spessore che si deposita nei solchi aumenta la dimensione verticale dell’elemento monolitico e causa in genere più problemi di quanti ne dovrebbe risolvere.

La soluzione CeraFusion è ineccepibile dal punto di vista delle superfici rilasciate e del rispetto anatomico.

CeraFusion è infatti una vera innovazione perché a tutt’oggi è l’unico modo di lucidare lo ZrO2 per compenetrazione.
Applicato in modo semplice e rapido con lo spray, il silicato di litio entra in profondità nelle porosità dello ZrO2 e si diffonde nella struttura producendo una superficie molto liscia e più refrattaria alla formazione della placca.

Il risultato è quindi una compenetrazione ottimale che garantisce una lunga durata utile all‘elemento ricostruito in ZrO2 e all‘antagonista.

E’ bene chiarire che non sono possibili paragoni tecnici con lacche e glasure di tipo tradizionale: con CeraFusion la lucidatura tradizionale con i gommini, l‘applicazione della glasura e gli eventuali ritocchi non sono più necessari.

Si consiglia di spruzzare CeraFusion in modo moderato, infatti non c’è bisogno di esagerare perché la polvere CeraFusion penetra efficacemente nello ZrO2 senza necessità di deporre uno strato spesso: una volta capito come dosare correttamente il CeraFusion si riescono a ottenere facilmente buoni risultati.

CeraFusion evo è la versione avanzata del primo rivestimento trasparente al mondo a base di silicato di litio, ecco le sue caratteristiche salienti:

  • Lucidatura e glasura non sono più necessarie
  • Eccellente adesione grazie alla compenetrazione
  • Novità: condizionamento superficiale per favorire le cementazioni adesive (per esempio Ponti di Maryland) e strutture in ossido di zirconio.

Flusso di lavoro con CeraFusion:

Come è noto, lo zirconio appena uscito dalla sinterizzazione è opaco in quanto poroso.

CeraFusion si spruzza sul dente monolitico in ossido di zirconio già sinterizzato.

Poi si mette il dente nel forno da ceramica (non in quello per la sinterizzazione) e con la cottura di 20 minuti a 920 gradi, questo velo di silicato di litio penetra dentro la struttura porosa dell’ossido di zirconio per 4 / 5 µm.

Con CeraFusion viene risolto il problema della glasura che salta via per ripetuta abrasione con l’antagonista: il dente monolitico in zirconio risulterà veramente lucido e a prova di placca, soprattutto nella zona del bordino. Il bordino sarà decisamente più lucido ed igienico rispetto a quanto ottenibile finora.

Qui sotto è possibile scaricare il PDF della scheda tecnica del Cerafusion.

Download Allegato Brochure-CeraFusion
Condividi la notizia

Lascia un commento



NEWSLETTER ISCRIVITI Ottieni il libro
Endo e Resto
Ottieni il libro
Taglio & Forma
Casi Clinici

Strumenti sonici, soluzioni innovative per l’operatività clinica: video integrale della relazione del Dr. Emanuele Ruga al Congresso 2021

La soluzione verticale: una preparazione biologica – video integrale della relazione del Dr. Fabio Scutellà al Congresso 2022 della Komet Academy

Strumenti sonici: soluzioni innovative per l’operatività clinica – video integrale della relazione del Dr. Claudio de Vito al Congresso 2022 della Komet Academy

Restaurativa e confine dento-parodontale: video integrale della relazione del Dr. Sandro Pradella al Congresso 2022 della Komet Academy

Errori da evitare nelle preparazioni protesiche verticali: video integrale della relazione del Dr. Fabio Scutellà al Congresso 2021

Strumenti sonici: video integrale della relazione del Dr. Emanuele Ruga al Congresso 2022 della Komet Academy

Il Dr. Stefano Lombardo illustra con due video il protocollo clinico denominato B.O.P.T.

Protocollo rifinitura intarsi con strumenti sonici della Dr.ssa Roberta Nuzzaci

La preparazione “VertiSonic” del Dr. Attilio Bedendo per ridurre le criticità legate alla preparazione verticale

Video del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione orizzontale con chamfer e sulle preparazioni in protesi fissa

Caso clinico del Dr. Menini: conservativa diretta e indiretta, protesi fissa per la riabilitazione del 1°quadrante

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione verticale con lime DF1

Caso clinico del Dr. Mario Semenza: procedura clinica di monconizzazione

La riabilitazione di un elemento con un intarsio in disilicato

Il Dr. Fabio Scutellà mostra passo dopo passo il Simplified Prosthetic Protocol

Il Dr Mario Semenza mostra come realizzare una preparazione protesica per onlay adesivi

Komet Digital Pills, due pillole del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione verticale B.O.P.T.

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Fabio Scutellà sulla presa di impronta finale in un caso di protesi

Komet Academy Digital Pills, pillole per gli odontoiatri #restatiacasa

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: moncone rivestito con corona in disilicato di litio