Trova Komet Partner
23 Ottobre 2018

Set 4388 per la preparazione delle faccette contenente i marcatori di profondità 868B

Il rivestimento vestibolare di incisivi e canini con faccette in ceramica per motivi estetici è una metodologia di restauro che si sta diffondendo anche in Italia. La preparazione deve salvaguardare il più possibile il materiale dentale, è quindi necessario prevenire un’eccessiva profondità di penetrazione nello smalto. Per assicurare un’asportazione minima, Komet ha sviluppato innovativi marcatori che consentono di controllare la profondità di penetrazione. Questi strumenti sono parte integrante del Set 4388 specifico per la preparazione delle faccette.

VENEER VESTIBOLARE SUL DENTE FRONTALE  (foto sotto in galleria)

1. I marcatori di profondità 868B.314.018/020 consentono innanzitutto di svolgere la preparazione delle scanalature di orientamento partendo dal terzo cervicale della superficie vestibolare.
2. Le sottili aree diamantate della parte operativa consentono di realizzare le scanalature di orientamento in tutta semplicità senza eccessivo sviluppo di calore.
3. Grazie alla forma conica della parte operativa e alla punta arrotondata, è possibile prevenire il superamento della profondità di penetrazione prevista anche in caso di un posizionamento eccessivamente inclinato.
4. Le scanalature di orientamento definiscono l’asporto massimo desiderato, fissando già di conseguenza il piano della preparazione definitiva.

5. Le costole rimanenti tra le scanalature di orientamento vengono livellate con la diamantata conica 868.314.016. La congruenza di forma tra il marcatore di  profondità e la diamantata semplifica questa fase di lavoro. La diamantata si gestisce con facilità grazie alla parte operativa di dimensioni relativamente corte.
6. Con la diamantata per la cosidetta « formatura », viene fornito uno strumento a finire diamantato e calibrato a forma congruente 8868.314.016 che consente una levigatura delicata della superficie.
7. Lo strumento di diametro più piccolo (868.314.012) é indicato per la formatura delle zone prossimali della preparazione e per denti più piccoli, in particolare nella zona frontale della mandibola. Il set include anche questa diamantata sotto forma degli strumenti a finire 8868.314.012.

VENEER PALATALE SUI CANINI  (foto sotto in galleria)

1. Nell’ambito dei programmi di trattamento terapeutico-funzionale a volte si rende necessaria la ricostruzione di creste eccessivamente abrase dei denti canini. Per la preparazione di spalle concave circolari morbide risulta particolarmente adatto lo strumento ovoidale 379.314.023 dotato della tipica configurazione ellissoidale arrotondata Komet.
2. Anche in questo caso, con lo strumento a finire ovoidale diamantato 8379.314.023 viene fornito uno strumento calibrato di forma congruente che consente la lisciatura della preparazione e in particolare del punto di raccordo con il bordo incisale.
3. La spalla concava morbida, ma evidente, impedisce di creare bordi troppo sottili per la ceramica palatale da applicare. La configurazione ellissoidale della diamantata a finire consente di ottenere un canale poco profondo al centro della superficie palatale per aiutarsi nel posizionamento durante l’inserimento.

Istruzioni per l’uso:
• L’utilizzo preferenziale prevede l’uso del contrangolo rosso nel rispetto dei numeri di giri riportati sulla confezione.
• Si prega di lavorare sempre con spray di raffreddamento sufficiente
(min. 50 ml/min.).

Per la preparazione delle superfici nella tecnica delle faccette, oltre alla diamantata 868B è disponibile come marcatore di profondità anche la diamantata cilindrica Komet 834 per penetrazioni di spessore 0,3 mm e 0,5 mm (foto qui sotto in galleria).

Qui sotto è possibile scaricare il PDF della scheda tecnica del Set4388.

Condividi la notizia

Lascia un commento



NEWSLETTER ISCRIVITI Ottieni il libro
Taglio & Forma
Casi Clinici

La preparazione “VertiSonic” del Dr. Attilio Bedendo per ridurre le criticità legate alla preparazione verticale

Video del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione orizzontale con chamfer e sulle preparazioni in protesi fissa

Caso clinico del Dr. Menini: conservativa diretta e indiretta, protesi fissa per la riabilitazione del 1°quadrante

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione verticale con lime DF1

Caso clinico del Dr. Mario Semenza: procedura clinica di monconizzazione

La riabilitazione di un elemento con un intarsio in disilicato

Il Dr. Stefano Lombardo illustra il protocollo clinico denominato B.O.P.T.

Il Dr. Fabio Scutellà mostra passo dopo passo il Simplified Prosthetic Protocol

Il Dr Mario Semenza mostra come realizzare una preparazione protesica per onlay adesivi

Komet Digital Pills, due pillole del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione verticale B.O.P.T.

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Fabio Scutellà sulla presa di impronta finale in un caso di protesi

Komet Academy Digital Pills, pillole per gli odontoiatri #restatiacasa

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: moncone rivestito con corona in disilicato di litio

I consigli del Dr.Claudio de Vito per la protesi digitale

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione orizzontale con punte a vibrazione sonica e con lime DF1

Il Digital Prosthetic Essential Kit del Dr. Claudio De Vito per le protesi metal free

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: correzione estetica con faccette in ceramica di un sorriso discromico

Indicazioni del Dr. Fabio Scutellà sull’utilizzo di strumenti adeguati per migliorare il timing nella rilevazione dell’impronta definitiva in protesi

Caso Clinico del Dr.Daniele Cardaropoli su allungamento di corona clinica per ripristino dello spazio protesico su un primo molare inferiore

Caso clinico del Prof. Daniel Edelhoff sulla preparazione dell’onlay occlusale con il Set 4665