12 Aprile 2018

S6977 chamfer modificato per la preparazione protesica sui posteriori

Come noto, il chamfer modificato secondo il Dr. Domenico Massironi permette di evitare la formazione di becchi sporgenti durante la preparazione, riducendo così il margine di errore nella chiusura della spalla.

Le nuove punte S6977 314 012 e S6977 314 014 sono un’estensione della linea di diamantate a grana grossa per il chamfer modificato; sono pensate per la preparazione protesica sui posteriori, dove le diamantate classiche a chamfer modificato risultano troppo lunghe (9 mm). Sfruttando infatti la minore altezza della parte operativa (6 mm), il clinico guadagna spazio di manovra e visibilità durante la monconizzazione.

Le nuove diamantate a grana grossa appartengono alla Serie S, a differenza delle diamantate tradizionali per chamfer modificato, realizzate con la serie Dia 2000. La Serie S permette di ottenere in fase di sgrossatura un’ottima performance (anche il 18% in più rispetto alla grana grossa tradizionale a parità di forma), senza per questo rilasciare una superficie esageratamente ruvida.

I diametri prescelti 012 e 014 sono quelli maggiormente conservativi: diametri più grandi, come il 016 e il 018, infatti non rispondono più alle esigenze della moderna odontoiatria.

Le diamantate 8977 314 012 e 014 a grana fine (46 µm) sono pensate appositamente per la rifinitura del moncone preparato con le diamantate a grana grossa Serie S  S6977 314 012 e 014. Grazie alla perfetta congruenza di forma tra strumenti di preparazione e di rifinitura, la rifinitura risulta rapida e precisa. Si consiglia l’utilizzo delle diamantate 8977 alla velocità ottimale di 20.000 giri al minuto (quindi nel caso di utilizzo su turbina è importante lavorare in modo lieve e pennellato).

Qui sotto è possibile scaricare il PDF della scheda tecnica delle punte diamantate serie S per moncone coronale.

Condividi la notizia

Lascia un commento


NEWSLETTER ISCRIVITI
Casi Clinici

La riabilitazione di un elemento con un intarsio in disilicato

Il Dr. Stefano Lombardo illustra il protocollo clinico denominato B.O.P.T.

Il Dr. Fabio Scutellà mostra passo dopo passo il Simplified Prosthetic Protocol

Il Dr Mario Semenza mostra come realizzare una preparazione protesica per onlay adesivi

Komet Digital Pills, due pillole del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione verticale B.O.P.T.

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione orizzontale con chamfer

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Fabio Scutellà sulla presa di impronta finale in un caso di protesi

Komet Academy Digital Pills, pillole per gli odontoiatri #restatiacasa

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: moncone rivestito con corona in disilicato di litio

I consigli del Dr.Claudio de Vito per la protesi digitale

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione orizzontale con punte a vibrazione sonica e con lime DF1

Il Digital Prosthetic Essential Kit del Dr. Claudio De Vito per le protesi metal free

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: correzione estetica con faccette in ceramica di un sorriso discromico

Indicazioni del Dr. Fabio Scutellà sull’utilizzo di strumenti adeguati per migliorare il timing nella rilevazione dell’impronta definitiva in protesi

Caso Clinico del Dr.Daniele Cardaropoli su allungamento di corona clinica per ripristino dello spazio protesico su un primo molare inferiore

Caso clinico del Prof. Daniel Edelhoff sulla preparazione dell’onlay occlusale con il Set 4665

Caso clinico sulla preparazione delle faccette

Caso Clinico del Dr. Claudio De Vito su inlay in composito con sistematica Cad-Cam

Caso Clinico del Dr.Claudio De Vito su corona in ceramica in un unico appuntamento con il CAD CAM

Caso Clinico del Dr.Cristian Coraini su faccette in un gruppo frontale inferiore