30 Marzo 2020

Komet Digital Pills, due pillole del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione verticale B.O.P.T.

Dr Stefano Lombardo BOPT

Ogni trattamento protesico, sia nei casi più semplici che in quelli più complessi, dovrebbe seguire specifici ed adeguati protocolli clinici composti da fasi diagnostiche e terapeutiche puntualmente riproducibili sia nelle attività cliniche che in quelle odontotecniche. La corretta scelta del margine di preparazione, verticale o orizzontale, sia su denti naturali che su impianti, impone riabilitazioni differenti e i motivi di successo protesico a lungo termine riguardano il corretto svolgimento delle procedure protesiche: dallo sviluppo anatomico del contorno coronale alla gestione dei provvisori; dal rilievo delle impronte di precisione alla scelta del metodo di laboratorio; dai moderni protocolli digitali alla cementazione di restauri precisi e ben integrati che garantiscono funzionalità e affidabilità nel tempo.

Nei seguenti due video del Dr. Stefano Lombardo, membro della Komet Academy, viene preso in considerazione il protocollo clinico denominato B.O.P.T. (Biologically Oriented Preparation Technique) attraverso l’esposizione di un caso clinico e delle fasi di rifinitura dei provvisori.

La preparazione protesica verticale dei monconi biologicamente orientata, attualmente sembra essere molto eseguita in Italia (fonte AIOP), all’estero invece prevalgono ancora le preparazioni tradizionali come quelle a chamfer.

I motivi indicati dai medici per la scelta della preparazione diritta senza spalla sono:

  • il risparmio di tessuto asportato, utile per esempio nei casi di ritrattamento protesico;
  • la possibilità di gestire meglio la ricrescita dei tessuti molli;
  • la sicurezza nella chiusura e nella cementazione, senza il gap tipico di altri tipi di preparazione.

Per ottenere una rifinitura più precisa del moncone protesico preparato con linee di chiusura verticali è consigliabile utilizzare le diamantate a fiamma 6862D e 6863D perchè aumentano la sicurezza di penetrare sotto gengiva senza arrivare all’ampiezza biologica, ovvero fino al punto indicato dalla marcatura laser visibile sullo strumento durante la sua rotazione (la prima tacca è visibile a circa 1 mm dall’apice del solco).

Qui sotto è possibile scaricare il PDF delle schede tecniche delle punte diamantate 6862D e 6863D.

  • Diamantate Komet 6862D e 6863D con marcature laser

    Diamantate Komet 6862D e 6863D con marcature laser

  • Diamantate Komet 6862D e 6863D con marcature laser

    Diamantate Komet 6862D e 6863D con marcature laser

  • 6862D 6863D diamantate e punte soniche

Condividi la notizia

Lascia un commento


NEWSLETTER ISCRIVITI
Casi Clinici

La riabilitazione di un elemento con un intarsio in disilicato

Il Dr. Stefano Lombardo illustra il protocollo clinico denominato B.O.P.T.

Il Dr. Fabio Scutellà mostra passo dopo passo il Simplified Prosthetic Protocol

Il Dr Mario Semenza mostra come realizzare una preparazione protesica per onlay adesivi

Komet Digital Pills, due pillole del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione verticale B.O.P.T.

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione orizzontale con chamfer

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Fabio Scutellà sulla presa di impronta finale in un caso di protesi

Komet Academy Digital Pills, pillole per gli odontoiatri #restatiacasa

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: moncone rivestito con corona in disilicato di litio

I consigli del Dr.Claudio de Vito per la protesi digitale

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione orizzontale con punte a vibrazione sonica e con lime DF1

Il Digital Prosthetic Essential Kit del Dr. Claudio De Vito per le protesi metal free

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: correzione estetica con faccette in ceramica di un sorriso discromico

Indicazioni del Dr. Fabio Scutellà sull’utilizzo di strumenti adeguati per migliorare il timing nella rilevazione dell’impronta definitiva in protesi

Caso Clinico del Dr.Daniele Cardaropoli su allungamento di corona clinica per ripristino dello spazio protesico su un primo molare inferiore

Caso clinico del Prof. Daniel Edelhoff sulla preparazione dell’onlay occlusale con il Set 4665

Caso clinico sulla preparazione delle faccette

Caso Clinico del Dr. Claudio De Vito su inlay in composito con sistematica Cad-Cam

Caso Clinico del Dr.Claudio De Vito su corona in ceramica in un unico appuntamento con il CAD CAM

Caso Clinico del Dr.Cristian Coraini su faccette in un gruppo frontale inferiore