Trova Komet Partner
14 Ottobre 2021

DIAO: le nuove diamantate in grana grossa con perle di ceramica.

DIAO diamanti e perle

DIAO è la nuova linea di diamantate Komet in grana grossa (anello verde), pensate soprattutto per preparazione protesica.

DIAO è un acronimo formato da:

DIA, che sta ovviamente per grano di DIAmante e

O che sta per le perle rotonde di ceramica presenti nel rivestimento diamantato,

che hanno la funzione di distanziare i grani di diamante tra di loro.

In sostanza si tratta di una tecnologia di diamantatura totalmente nuova, il cui risultato è che ciascun grano diamantato abrade in modo più concentrato, duraturo e controllato rispetto alla diamantatura standard.

La linea DIAO è frutto di studi e osservazioni approfondite sul comportamento operativo dei grani abrasivi, in particolare del momento della produzione del truciolo e della sua evacuazione.

Si è sempre pensato che a parità di granulometria, forma e diametro, lo strumento diamantato con più grani di diamante avesse più potere abrasivo rispetto ad uno strumento di pari granulometria, forma e diametro, ma con una diamantatura più diradata.

Gli esperimenti condotti hanno dimostrato che solo un equilibrio ragionato nella densità di diamantatura consente di incrementare allo stesso tempo il potere abrasivo, la durata e il controllo.

Le “perle” di ceramica presenti nella diamantatura DIAO svolgono il ruolo di distanziatrici tra i grani e fanno sì che sul singolo grano di diamante la concentrazione di forza abrasiva sia decisamente superiore rispetto a diamantature più “ammassate”, che non permettono un grip abrasivo così efficace.

I risultati sono: più capacità abrasiva, ma anche maggiore durata utile dello strumento.

Prove condotte nel laboratorio interno della fabbrica hanno dimostrato che le DIAO hanno una capacità iniziale di abrasione superiore del 27% e una durata utile del 34% maggiore rispetto alle diamantate standard.

Maggiore capacità abrasiva significa che lo strumento asporta materiale con meno sforzo e meno pressione, dunque in modo più controllato. Gli utilizzatori che hanno avuto modo di testare le DIAO sono concordi nel dire che controllabilità, tranquillità di rotazione e capacità di asportazione sono molto evidenti e percepibili.

Uno strumento con un ottimo potere di taglio/abrasione comunica sempre una sensazione di comfort all’operatore, perché non richiede una forte pressione operativa e, di conseguenza, non necessita di allungare il tempo di lavoro.

Un altro notevole vantaggio è la maggior facilità nella gestione postoperatoria delle DIAO; le perline ceramiche, con la loro forma arrotondata, impediscono il ristagno dei trucioli prodotti durante la lavorazione e facilitano enormemente la detersione e la disinfezione dopo l’uso.

Al momento le DIAO sono disponibili nelle forme e nei diametri statisticamente più utilizzati a livello internazionale; con il tempo si aggiungeranno sempre nuove forme e nuovi diametri a coprire la gran parte delle esigenze di preparazione protesica e conservativa.

La linea DIAO è facilmente individuabile rispetto ad altre diamantate grazie al colore rosa-oro e all’anellino verde.

Il consiglio è di utilizzare le DIAO su moltiplicatore anello rosso o su turbina alla velocità di 160.000 giri al min.-1

Gli OccluShaper devono essere utilizzati solo su moltiplicatore anello rosso alla velocità di 100.000 giri al min.-1

Qui sotto è possibile scaricare i PDF della presentazione tecnica delle DIAO e della Brochure delle DIAO.

  • DIAO diamanti e perle di ceramica

    DIAO diamanti e perle di ceramica

Download Allegato DIAO presentazione
Condividi la notizia

Lascia un commento



NEWSLETTER ISCRIVITI Ottieni il libro
Taglio & Forma
Casi Clinici

La preparazione “VertiSonic” del Dr. Attilio Bedendo per ridurre le criticità legate alla preparazione verticale

Video del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione orizzontale con chamfer e sulle preparazioni in protesi fissa

Caso clinico del Dr. Menini: conservativa diretta e indiretta, protesi fissa per la riabilitazione del 1°quadrante

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione verticale con lime DF1

Caso clinico del Dr. Mario Semenza: procedura clinica di monconizzazione

La riabilitazione di un elemento con un intarsio in disilicato

Il Dr. Stefano Lombardo illustra il protocollo clinico denominato B.O.P.T.

Il Dr. Fabio Scutellà mostra passo dopo passo il Simplified Prosthetic Protocol

Il Dr Mario Semenza mostra come realizzare una preparazione protesica per onlay adesivi

Komet Digital Pills, due pillole del Dr. Stefano Lombardo sulla preparazione verticale B.O.P.T.

Komet Digital Pills, la pillola del Dr. Fabio Scutellà sulla presa di impronta finale in un caso di protesi

Komet Academy Digital Pills, pillole per gli odontoiatri #restatiacasa

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: moncone rivestito con corona in disilicato di litio

I consigli del Dr.Claudio de Vito per la protesi digitale

Caso clinico del Prof. Guido Pasquantonio: rifinitura della preparazione orizzontale con punte a vibrazione sonica e con lime DF1

Il Digital Prosthetic Essential Kit del Dr. Claudio De Vito per le protesi metal free

Caso clinico del Dr. Ugo Macca: correzione estetica con faccette in ceramica di un sorriso discromico

Indicazioni del Dr. Fabio Scutellà sull’utilizzo di strumenti adeguati per migliorare il timing nella rilevazione dell’impronta definitiva in protesi

Caso Clinico del Dr.Daniele Cardaropoli su allungamento di corona clinica per ripristino dello spazio protesico su un primo molare inferiore

Caso clinico del Prof. Daniel Edelhoff sulla preparazione dell’onlay occlusale con il Set 4665