Commenti 0

SFS90M e SFS90D: Le punte soniche di Barone e Clauser per disinclusione che creano spazio

Le punte a vibrazione sonica SFS9OM e SFS9OD sono strumenti per creare spazio nell’ambito di una avulsione dentaria: si tratta di una novità mondiale.

Le punte soniche SFS9OM mesiali e SFS9OD distali sono state sviluppate da Komet in collaborazione con il dott. Roberto Barone e il dott. Carlo Clauser, entrambi di Firenze, autori anche del Kit LD 0542 di strumenti rotanti dedicati alla disinclusione dei denti e in generale alla chirurgia orale.

Le punte soniche SFS9OM e SFS9OD possono essere utilizzate anche per l’estrazione di una radice quando non c’è sufficiente spazio per posizionare una leva tra la radice e il dente. Durante la fase di disinclusione facilitano tutta l’operatività rivelandosi utili nei casi in cui la radice si trova vicino al nervo o ai tessuti molli.

Queste punte a vibrazione sonica sono adatte anche in fase di rimozione chirurgica degli ottavi inclusi mandibolari, in seguito a rizotomia e coronotomia. Le punte a vibrazione sonica risultano più rispettose dei tessuti molli rispetto agli strumenti rotanti lunghi e sottili (ad esempio quelli del Kit LD 0542) che normalmente vengono impiegati sulle radici profonde.

Il movimento a vibrazione sonica ha un’oscillazione “tridimensionale” particolarmente efficace per il trattamento clinico. L’impiego richiede ridotta pressione operativa e garantisce controllo operativo e una buona visuale.

Con queste punte si riesce quindi a operare in modo controllato anche in posizioni difficili e sfavorevoli e, come già evidenziato, si evita di ledere strutture importanti e nobili, quali il nervo alveolare prossimo ai denti del giudizio.

Rispetto agli ultrasuoni queste punte soniche tagliano in tutte le direzioni e soprattutto non scaldano.

Campo di applicazione:

  • Creano spazio tra la radice dentale e l’osso alveolare per consentire il facile posizionamento di una leva.
  • Sono particolarmente adatte per la disinclusione di denti del giudizio le cui radici spesso risultano a contatto con il nervo alveolare inferiore.
  • Agevolano l’operatività delle manovre di disinclusione.

Vantaggi rispetto agli strumenti rotanti:

  • Controllo migliore
  • Visuale migliore
  • Invasività inferiore.Unica raccomandazione: le punte SFS9OM e SFS9OD non devono essere usate al posto delle leve, perché non sono leve e non devono lavorare in qualità di leve. Gli odontoiatri possono usarle per creare lo spazio necessario alle leve propriamente dette,  per lussare le radici esposte dalle punte stesse. Essendo lunghe e sottili, queste punte vanno utilizzate su manipoli sonici che lavorano in modo controllato e non devono vibrare a vuoto a livello 3.

Qui sotto è possibile scaricare il PDF delle schede tecniche delle punte soniche SFS90M e SFS90D sviluppate in collaborazione con il dott. Roberto Barone e il dott. Carlo Clauser.

In galleria immagini qui sotto è possibile vedere il Kit LD 0542 dei dottori Clauser e Barone dedicato alla disinclusione dei denti e in generale alla chirurgia orale, composto dai seguenti strumenti rotanti: 2x H31LR.316.016,  H31LR.310.016, H254.316.010, H254LE.314.012, H162SXL.314.014 .

  • KIT LD 0542 Clauser e Barone

    KIT LD 0542 Clauser e Barone

Condividi la notizia

Commenti

Commento