Commenti 0

Come ottenere in endodonzia un elevato standard di sicurezza clinica

Il motore EndoPilot controlla due inediti movimenti, denominati Reflex, sviluppati per i nuovi file reciprocanti Komet Procodile, che beneficiano al massimo di questa tecnologia innovativa.

Comportamento adattativo del movimento ReFlex Smart
Il primo dei due nuovi movimenti brevettati si chiama ReFlex Smart e permette al file di lavorare in rotazione continua mentre l’EndoPilot effettua frequenti misurazioni dei valori di torque che indicano il livello di sollecitazione subita dallo strumento. Il motore riconosce in quale zona avviene il carico dinamico sullo strumento, se più apicale o più coronale. Tali valori rilevati fanno reagire il movimento ReFlex Smart in modo adeguato: a seconda dell’intensità e della zona del carico o della torsione – apicale, mediana o coronale – il sistema risponde in modo differente.

Se l’incagliamento avviene in zona coronale, il pericolo di rottura è ridotto rispetto a quanto potrebbe avvenire in zona apicale. Il comportamento reattivo di ReFlex Smart tiene conto proprio di questo; il movimento di ritorno non avviene in maniera indifferenziata, ma specifica e addirittura con un rafforzamento della rotazione continua, se il blocco viene rilevato soprattutto in zona coronale. Questa differenziazione fa sì che i file lavorino in modo controllato in proporzione al carico dinamico effettivo. ReFlex Smart fornisce quindi all’odontoiatra un surplus di sicurezza e previene le fratture per torsione anche in presenza di anatomie canalari complesse.

Efficienza operativa con il movimento ReFlex Dynamic
Il movimento ReFlex Dynamic compie una rotazione completa interrotta da brevi momenti di misurazione.
A differenza di ReFlex Smart, ReFlex Dynamic lavora con una rotazione più rapida e ancora più efficiente. In modalità ReFlex Smart le misurazioni del carico torsionale sono più sensibili e anche il motore reagisce di conseguenza più prontamente: con ReFlex Smart la priorità è la sicurezza. ReFlex Dynamic dà indubbiamente maggior spazio all’efficienza operativa, pur assicurando alti livelli di sicurezza. Fondamentalmente entrambi i sistemi ruotano in continuo – se il file non è soggetto a tensioni – e grazie al principio della rotazione continua la spinta dei trucioli in direzione apicale è sicuramente ridotta rispetto ad un movimento reciprocante standard.

Funzione continua di controllo dei movimenti ReFlex e tempi di trattamento
Le pause di misurazione di entrambi i sistemi ReFlex sono così piccole da non poter essere percepite dall’operatore.

Visivamente sembra quasi una rotazione continua. I tempi di sagomatura non differiscono da quelli di altri motori. In particolare la variante ReFlex Dynamic rappresenta una possibilità di sagomare i canali in modo rapido ed efficiente.

In caso di anatomie canalari difficili è consigliabile passare alla modalità Smart, senza dubbio più “tattile”. A seconda delle situazioni contingenti possono quindi essere utilizzate anche delle combinazioni di entrambi i movimenti, che lavorano egregiamente in abbinamento con il sistema Procodile appositamente sviluppato per lavorare con l’EndoPilot.

Qui sotto è possibile scaricare i PDF delle schede tecniche del Procodile e del motore EndoPilot.

  • Procodile Komet

    Procodile Komet

  • Procodile Komet

    Procodile Komet

  • Procodile Komet

    Procodile Komet

  • Procodile Komet

    Procodile Komet

  • Procodile Komet

    Procodile Komet

Condividi la notizia

Commenti

Commento