Commenti 0
Fresa ossivera H162ST e H162STZ

Frese chirurgiche per tagliare tessuti ossei e radici con minima pressione operativa

In fondo a questo articolo è possibile scaricare la nuova brochure “Chirurgia” che permette di avere una panoramica completa sugli strumenti rotanti e oscillanti utilizzati in chirurgia ossea, resettiva e parodontale.

Le frese chirurgiche devono avere un taglio preciso e pulito e mantenere tale caratteristica il più a lungo possibile. È importante infatti tagliare tessuti ossei e radici con poco sforzo e minima pressione operativa, per evitare il danno iatrogeno da surriscaldamento. 

Gli strumenti chirurgici Komet permettono un taglio netto e senza imperfezioni, premessa indispensabile per una guarigione sicura della ferita chirurgica: vediamo alcune novità.

Ultimamente sono state sviluppate frese ossivore con tagli particolarmente performanti e duraturi, come nel caso della Lindemann H162ST.

La dentatura ST presenta delle lame affilatissime; nasce per l’utilizzo ortopedico, ma è stata adottata con successo anche dal settore dentale, grazie alla sinergia tra Komet Medical e Komet Dental.

Pur trattandosi di una fresa di diametro 016, dunque importante, la sensazione e il controllo sono quelli di un bisturi. La H162ST esiste in varie versioni di gambo: FG, CA, HP e la sicurezza è la stessa in tutte le versioni.

La fresa ossivora H162STZ, riconoscibile per il colore giallo chiaro della parte lavorante, è la versione con rivestimento in Nitruro di Zirconio che migliora ulteriormente le performance di durata operativa dello strumento.

Il rivestimento in Nitruro di Zirconio aumenta infatti la resistenza degli strumenti chirurgici ai liquidi di disinfezione, fortemente responsabili del decadimento della resa tagliente. I liquidi di disinfezione infatti, se utilizzati per tempi di tenuta a bagno superiori alle indicazioni del produttore oppure non rimossi adeguatamente in fase di risciacquo, tendono a corrodere le parti operative in carburo di tungsteno, rendendolo ruvido e opaco e più soggetto a sbrecciature delle lame taglienti. Il calore della sterilizzazione “cuoce” letteralmente le superfici pre-corrose dall’azione dei liquidi di disinfezione impiegati senza rispettare le avvertenze d’uso.

Le frese chirurgiche Komet rivestite con uno strato di pochi µm di Nitruro di Zirconio risultano pertanto più durature rispetto alla versione non rivestita, garantendo così maggiore sicurezza operativa. Il rivestimento ZrN, contraddistinto dal colore giallo chiaro, è disponibile sulle principali forme di frese ossivore (palline e frese di Lindemann).

La brochure “Chirurgia” presenta ovviamente anche gli strumenti sonici per il taglio dell’osso, come le punte SonoSurgery  secondo il Dr. Ivo Agabiti (in questo blog è presente un articolo dedicato con video esplicativi), nate inizialmente per la Split Crest e adottate con efficacia anche per altri tipi di taglio: prelievi di blocchi ossei, rizotomie, disinclusioni.

Un altro interessante capitolo di “Chirurgia” riguarda le punte per manipoli a movimento reciproco, impiegate – a seconda della tipologia –  per levigature radicolari e osteotomie. Le punte per manipoli a movimento reciproco arricchiscono la dotazione strumentale dei chirurghi esperti per la loro rapidità ed efficacia.

Qui sotto è possibile scaricare i PDF delle schede tecniche delle frese per chirurgia.

  • punte per manipoli a movimento reciprocante Chirurgia

    punte per manipoli a movimento reciprocante Chirurgia

  • Fresa ossivora Lindemann H162ST

  • Frese ossivere gamma H162ST e H162STZ

  • Frese ossivere H162ST e H162STZ

Allegati Download CHIRURGIA brochure 410108 download pdf
Condividi la notizia

Commenti

Commento